L'ansia

L’ansia è un’emozione comune, a tutti gli esseri umani e che tutti abbiamo sperimentato in diverse situazioni quotidiane. Il termine “ANSIA” deriva dal latino angere = opprimere, chiudere alla gola.

L’ansia è caratterizzata dalla compresenza di sintomi psichici e fisici. Da un punto di vista emotivo sono presenti: tensione, nervosismo, insonnia, eccessiva preoccupazione per sé e per gli altri, facilità al pianto. Ci pervade un senso di inadeguatezza, gli eventi sembrano dominarci e gli ostacoli ci appaiono insormontabili. Possono manifestarsi, successivamente, anche una serie di paure che possono sfociare in attacchi di panico.

I sintomi somatici possono coinvolgere tutto l’organismo: tremore, nausea, palpitazioni, sudorazione, debolezza, vertigini, variazioni della motilità gastrica e intestinale e altri sintomi anche meno comuni di quelli elencati.

Quando l’ansia si protrae troppo a lungo, diventa frequente e intensa può compromettere le capacità operative della persona, determinando effetti negativi nella sfera personale, sociale e lavorativa dell’individuo fino a portare ad una chiusura totale verso la situazione temuta ed al suo evitamento.

L’ansia che ci assale si vorrebbe in un certo qual modo eliminare. Ma così facendo, questa si rinforzerà, diventando sempre più intensa…

Anche l’ansia come la paura e le altre sofferenze psicologiche vanno considerate come prove iniziatiche di un’anima in cammino, un passaggio necessario per compiere l’evoluzione verso la nostra unicità e per far emergere le risorse più autentiche e i tesori interiori. Perciò possiamo considerare l’ansia come un’alleata e non come qualcosa da sconfiggere, ponendoci in ascolto del prezioso messaggio che porta con sé e che con “forza” vuole comunicarci.

 

Autore: Manuela D'Eugenio
Data: 28-07-2021
Qui sotto c'è uno spazio dedicato a te, per parlare, se vorrai, di difficoltà, disagi, dubbi o altro, sempre nel pieno rispetto della privacy

Contatti