Il Panico

Nella mitologia Pan rappresenta il Dio della natura e del mondo istintuale, è il simbolo della natura e di tutto ciò che è spontaneo, naturale e istintivo. Nell’antica Grecia rappresenta l’esaltazione della virilità e l’impulsività degli istinti.

A proposito J. Hillman nel Saggio su Pan (Adelphi, 2015) afferma:

“Quando siamo presi dal panico noi non sappiamo mai se non si tratta del primo movimento con cui la natura si appresta a elargirci, se siamo capaci di udire l’eco della riflessione, una nuova visione di sé stessa”. "...Se Pan viene represso nella psiche, natura e istinto non potranno che andare in malora quali che siano i nostri sforzi a livello razionale per mantenere le cose a posto”. "...Senza Pan le nostre buone intenzioni di correggere gli errori passati finiranno soltanto per perpetrarli in altre forme”.

Perciò secondo Hillman, quando tendiamo ad allontanare dal nostro mondo interiore e dalla nostra vita gli istinti, Pan irrompe dentro di noi mettendo tutto a soqquadro, esprimendosi con un linguaggio fatto di angoscia, tremore, tachicardia, palpitazioni, senso di soffocamento ecc.

Quindi il panico ci invita a porre attenzione a ciò che avviene dentro di noi e ad ascoltare la parte di noi più istintuale e spontanea, colorata di emozioni, impulsi e desideri.

 

Autore: Manuela D'Eugenio
Data: 15-04-2021
Qui sotto c'è uno spazio dedicato a te, per parlare, se vorrai, di difficoltà, disagi, dubbi o altro, sempre nel pieno rispetto della privacy

Contatti